Istruzioni per l’uso : le piante

Per la rubrica istruzioni per l’uso parliamo delle piante, un elemento che non può mancare in una casa, in grado di riempire gli spazi senza spendere grandi somme, impariamo quindi ad usare nel modo giusto questi elementi decorativi e a come prenderci cura di loro.

[google]
Le piante sono sinonimo di vita e infondono energia e carattere all’ambiente, inoltre sanno arredare come nessun altro elemento decorativo sa fare. Le combinazioni sono davvero infinite e data la vastità della scelta c’è almeno una pianta adatta ad ogni stile di arredo, dal country al minimal. Le piante da interno migliorano notevolmente l’aspetto degli ambienti, rendendo la casa più accogliente ed elegante.

Le piante possono tranquillamente vivere in salute nel nostro appartamento, bisogna considerare alcuni elementi indispensabili per il loro benessere; come la luce, la temperatura e l’umidità. L’esposizione alla luce è fondamentale, per favorire l’assorbimento dei raggi del sole è importante tenere pulite le foglie dalla polvere. Annaffiate regolarmente e fate attenzione che il terriccio non si secchi.
[google]

Nell’ultimo periodo c’è una corrente green che sta attraversando il mondo dell’interior design, una ventata di aria fresca e vivace che decora le nostre stanze, con numeroso piante e installazioni a schema libero. Decorare con le foglie è un nuovo trend, e ci sono su internet tantissime idee per creare dei vasi fai da te.

Possiamo trasformare ogni stanza in un oasi di pace grazie all’inserimento di alcune piante all’interno di esse, per esempio nelle camere da letto o in studio possiamo introdurre degli elementi naturali che arredano le pareti vuote.

Oppure possiamo concentrarle su un ripiano o un tavolino, un’idea carina è originale è quella di inserirle in contenitori trasparenti, come per esempio vecchie bottiglie, vasetti di conserva o campane di vetro. Le piante adatte per questo tipo di decoro sono le felci, il muschio bianco, le orchidee e piccole tillandsie (piante epifite che vivono senza terra), ma anche ciclamini e violette africane.

Ovviamente le migliori sono le piante grasse, molto diffuse probabilmente perché facile da curare e perché in grado di sopportare le alte temperature casalinghe.

I cactus sono l’invasione dell’anno, li troviamo su molte stampe quindi perchè non inserirli realmente nell’arredo? Sono attraenti, alla moda e molto decorativi, rendiamoli più cool mettendoli in vasi originali o di design. Unica attenzione; posizionarli in un angolo di casa luminoso.

Se gli ambienti hanno dimensioni contenute, allora meglio optare per piante il cui fogliame si sviluppa verticalmente così da essere meno ingombranti. Possiamo prendere quindi delle felci, tutte le specie di sanseveria o la palma areca.

Se abbiamo dei tetti alti, possiamo fare una scelta audace che stupirà, ovvero optare per un vero e proprio albero, come un olivo,la sansevieria o la pachiria, una pianta che si presenta come un simpatico alberello dal tronco intrecciato molto decorativo.

Possiamo ricreare uno stile tropicale e esotico, scegliendo delle piante a foglie larghe come la monstera, l’agave, kenzia o le piante tropicali, sono molto decorative e scenografiche perfette per arredare gli interni anche per il fatto che non richiedono troppa luce. Sono abbastanza autosufficiente, ci basterà ricordarci di bagnare la terra una volta al mese per vederle crescere rigogliosamente.


Lasciamo che si impadroniscano degli spazi, regaleranno un tocco vivace e fresco alla stanza. Questa idea è ottima per un arredo industriale, il colore delle piante e la loro presenza allergeriranno l’arredo composto prevalentemente dal ferro e alla vista freddo, adatte pure per un arredo bohemien.

In cucina possiamo creare un angolo dedicato alle erbe aromatiche , dove coltivare basilico, salvia, menta, prezzemolo, rosmarino e tante altre ancora. Sarete sicuramente più stimolate a usare questi ingredienti nelle vostre ricette.

Nel caso in cui abbiate abbastanza spazio potete pure creare un piccolo orticello dove piantare delle vere piante aromatiche e verdure. Per la cura di queste piante assicuratevi che siano in un posto riparato e ben soleggiato, con una temperatura tra i 18 e i 22 gradi, infine innaffiatele spesso. Un orticello in cucina è un elemento utile e decorativo che non può mancare. Oltre all’angolo botanico possiamo decorare questo ambiente con azalea, la begonia, il ficus beniamino, che sono tutte piante in grado di contrastare i gas sprigionati nell’aria. 

Di grande effetto sono i giardini verticali, che da soli decorano un intera parete donando all’intero ambiente un forte impatto scenico. Queste piante cascanti decorano più dei quadri o della carta da parati, le migliori per questo tipo di decorazioni sono l’edera, il gelsomino, il cisso o la felce.

Così come i giardini verticali , anche le piante sospese sono affascinanti. Sono tanti i vasi in commercio per questo tipo di decorazione, creano un effetto stile urban jungle e scandinavo. Necessitano di un’ottima esposizione solare e possiamo scegliere tra:  l’Aporocactus (bellissima, molto scenografica e con meravigliosi fiori fuxia), il cactus di Natale, ovvero lo Zygocactuso.

Anche l’arte giapponese dell’Ikebana è perfetta per decorare la casa e rendere speciale un ambiente (approfondiremo questo argomento in un altro articolo ).

C’è un ambiente in cui non può mancare una pianta e quel posto è il bagno, questo è il miglior luogo dove posizionarne una. Grazie alle proprietà di depurazione dell’aria, una pianta in bagno è necessaria poichè riossigena l’aria e assorbe l’umidità. Oltre al fatto che un angolo verde rende scenografico anche questa stanza. Per questa zona sono adatte: il pothos, la monstera, il senecio e l’edera.

Parliamo appunto, come abbiamo appena detto, dell’aspetto salutare, sì perchè tra gli aspetti positivi del decorare con le piante c’è quello che le nostre piante hanno la capacità di purificare gli ambienti, di depurare e ossigenare l’aria.

Non solo, studi scientifici hanno dimostrato come le piante da appartamento siano in grado di contribuire a contrastare l’umidità e ad eliminare i cattivi odori e anche a insonorizzare gli ambienti. Per non parlare dell’effetto positivo che portano al nostro umore, infondendoci un senso di pace, tranquillità e benessere.

Non ci resta che dare libero sfogo alla nostra creatività e creare composizioni o dei vasi originali dove porre le nostre piante, considerando che davvero qualsiasi oggetto cavo possa essere un contenitore. questo elemento di arredo può davvero trasformare una stanza anonima in un posto affascinante che accolga nel miglior dei modi noi e i nostri ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha * Il limite di tempo è esaurito. Si prega di ricaricare il CAPTCHA.