Scelta del colore- Choosing colour

Scegliere i colori giusti per arredare casa è sempre una decisione ardua da prendere, la scelta del colore è un fattore importante per la realizzazione di una ambientazione perfetta, i colori delle pareti indicano la strada per la scelta dell’arredo e dei tessuti. Ecco perchè spesso si ha paura di creare confusione o di accostare colori che tra loro non sono compatibili, ecco perchè oggi parliamo di come scegliere il colore giusto e soprattutto di come abbinarlo.

Ci sono alcuni elementi che bisogna tenere conto per arrivare a scegliere il colore giusto, questi sono :
l’esposizione alla luce del sole
i mobili, i complementi di arredo ed i tessili
 (i colori in un ambiente devono come dialogare tra di loro, per questo il colore delle pareti deve accostarsi bene con i complementi di arredo )
la pavimentazione
(Quando decidiamo di dipingere le pareti con colori accesi, come rosso, blu o viola, i rivestimenti dovrebbero essere sobri e neutri così da non appesantire troppo gli ambienti. Viceversa, laddove l’arredamento è essenziale e basic, possiamo scegliere dei colori accesi per le pareti e anche dei rivestimenti più particolari.)

[google]

le dimensioni delle pareti e la destinazione d’uso
(Scegliere il colore con cui vestire una stanza dipende anche dalla funzionalità della stanza stessa.)
la psicologia dei colori
( Tutti i colori hanno una propria personalità che riescono a trasmettere, per questo ogni ambiente ha dei colori che meglio lo possono rappresentare. In camera da letto, ad esempio, i colori chiari o tenui risultano i più adatti in quanto infondono relax e tranquillità; in soggiorno possiamo optare per una tinta che trasmetta allegria e vivacità; in uno studio, è perfetto un colore che stimoli la concentrazione e la creatività.)
infine il più importante, il gusto personale.
Dovremmo prima di tutto lasciarci guidare dalle nostre sensazioni, optando per una nuance piuttosto che un’altra facendoci guidare dall’emozione.

Colori chiari o scuri:
I colori chiari, come ben sappiamo, hanno il potere di valorizzare anche gli spazi più piccoli rendendoli visivamente più ampi e ariosi. La scelta di questi tipi di colori è importante soprattutto se la stanza non ha aperture verso l’esterno o se ci sono pochi punti luce.


I colori scuri invece sono perfetti per gli ambienti grandi e luminosi, un nero o grigio scuro in questi casi non risulterebbero eccessivi, anzi renderebbero la zone più scenografica e accattivante.

Colori caldi e freddi:
Spesso si ha la convinzione che i colori freddi non siano adatti per un ambiente domestico, ma entrambi posso valorizzare un ambiente. Le tonalità fredde aiutano a dare una sensazione di pulito, benessere e freschezza, lo sono tutte le tonalità verdi e azzurre o la gamma cromatica del viola, e sono più indicate per un arredo moderno.


Le tinte calde, creano sensazioni stimolanti e positive, e sono più adatte per un arredo classico. Il giallo, il beige e il
cipria si abbinano perfettamente allo stile classico o a quello country e rendono l’ambiente più accogliente.

Il contrasto tra i colori caldi e quelli freddi creano uno degli effetti più particolari ed originali in ambito dell’ interior design, generando una sensazione di eleganza, ariosità e armonia. Usati in combinazione, i colori caldi con quelli freddi sono in grado di conferire una sensazione di equilibrio e stabilità all’interno dello spazio. Per non sbagliare bisogna abbinare lo stile e il colore dell’arredamento ad alcune tinte in particolare, partendo dalla scelta di un colore base di transizione, per esempio il grigio,e giocando con le sue diverse tonalità e sfumature.

[google]

I colori neutri invece sono quelli più usati, perchè più si adattano a qualsiasi tipo di arredo, infatti il colore preferito dalla maggior parte di designer e architetti è il tortora, proprio perchè essendo un colore neutro e naturale, si adatta perfettamente a qualsiasi contesto, dal classico al moderno, e a qualsiasi altro colore, sia con quelli accesi e freddi, sia a quelli caldi. I colori come l’avorio, il crema, il tortora e il beige ci consentono di non sbagliare e sono i più adatti per chi ha paura nell’usare il colore o per gli indecisi.


In un ambiente neutro, potete osare invece con i complementi di arredo, prendendoli di qualche colore acceso, e usare poi le sfumature di quel colore negli altri complementi di arredo.

Contrasti e complementari
Più i colori sono distanti di tonalità sulla ruota dei colori, maggiore è il contrasto fra di loro. Ad esempio il giallo con il blu o con il rosso, oppure il nero con il bianco. Si otterrà così un perfetto gioco di contrasti che creerà un effetto affascinante.


Nella ruota dei colori, i complementari invece sono quelli nella posizione esattamente opposta. Quando si mescolano fra di loro si ottiene un colore neutro, mentre quando sono uno a fianco dell’altro riescono ad intensificare in modo reciproco la loro luminosità, è una scelta azzardata ma di grosso impatto. Ad esempio: rosso/verde, blu/arancione, giallo/viola.

[google]

Analizziamo adesso i principali colori e le loro caratteristiche:
bianco:  è un colore neutro, quindi si adatta a ogni arredo e colore, dona alla casa grande luminosità e per questo motivo è adatto per dipingere ambienti piccoli, inoltre è un colore sempre attuale e mai fuori moda.


grigio: questo colore, e le sue sfumature, negli ultimi anni è diventato molto gettonato, si abbina con quasi tutti i colori, in particolare con il rosa, l’azzurro e il verde brillante.


rosa: altro colore molto di tendenza in questi ultimi anni, soprattutto nella versione più delicata del cipria, bene l’accostamento con il verde scuro, il blu e il grigio. Se lo si vuole usare nelle sue tonalità più accese, come il fucsia o il rosa shocking, va usato con moderazione.


giallo: le tonalità calde rendono un ambiente più rustico e accogliente, si abbina bene con delle tinte forti, come il rosso scuro, il nero e il verde. Le tonalità fredde invece sono adatte per chi vuole stupire, si prestano bene per un ambiente commerciale e ricercato, queste tonalità si abbinano bene con i grigio-azzurri, il bianco e il blu caldo.


rosso: colore molto moderno soprattutto nella sua versione brillante, si abbina bene con il color oro, il bianco e il verde.


blu: è un colore che infonde relax, per questo è adatto per le camere, si accosta abbastanza bene con tutti i colori,
con la gamma dei grigi, dei rosa, dei rossi, dei verdi, dei gialli e dei bianchi.


verde: anche questo colore conferisce calma e relax, quindi adatto per le camere, ma anche per bagno e cucina.
L’accostamento con arredi o complementi in legno è perfetto. Si abbina bene con i rossi intensi, e con le varie tonalità di blu e del marrone,ma anche con il rosa e il color ruggine.


marrone: colore da utilizzare con parsimonia nelle sue varianti scure perchè renderebbero troppo buio e piccolo l’ambiente, è particolarmente adatto ad un contesto rustico e risulta azzeccata la scelta di abbinarlo al verde oliva, al blu, giallo e oro.


nero: nonostante tutti abbiano paura di questo colore, è molto utilizzato nel mondo dell’arredo. Ottimo per definire e valorizzare una zona o per spezzare l’uniformità delle pareti bianche, può essere accostato ad ogni altro tipo di colore, in particolare quando lo si accosta all’oro e all’argento crea un bell’impatto visivo.

L’ultimo consiglio è quello di tenere in mente il percorso della casa, come se fosse una guida tra gli ambienti, dove ci deve essere una coerenza tra essi. Se è vero che ad ogni stanza può coincidere un colore differente, è altrettanto vero che l’insieme di tutti gli ambienti deve risultare armonioso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha * Il limite di tempo è esaurito. Si prega di ricaricare il CAPTCHA.